Tu sei qui

Curiosità e risposte su l’Ascensore

Curiosità e risposte su l’Ascensore
21 Gennaio 2016

Oggi saliamo e scendiamo abitualmente in edifici, utilizzando l’ascensore e godendo di velocità e comodità di un servizio costruito su misura per l’essere umano.
Ti sei mai chiesto come si viveva prima della nascita dell’ascensore, qual è il più veloce e quali emozioni ha generato e accende nella quotidianità?

Prima di installare un ascensore, impara a conoscerlo: Overlift te lo racconta così!

Elevatore ieri, ascensore oggi

L’economia dell’ascensore è in continua crescita: nel 2012 sono stati venduti al mondo più di 900.000 ascensori/montacarichi, di cui il 60% in Cina.

Prima dell’invenzione dell’ascensore, i piani alti dei grattacieli erano riservati agli affitti più bassi. Quando i piani superiori sono diventati accessibili senza fatica, grazie alla nascita e sviluppo dell’ascensore, le persone benestanti hanno iniziato ad abitare gli attici, apprezzando la vista dall’alto.

L’ascensore era anche detto “stanza mobile” e si arredava con lampadari, moquette, sedie e divanetti per rendere più comodo il viaggio dei passeggeri verso l’alto.
La salita infatti non era così veloce e affrontare lo spostamento verticale generava noia e stress fisico.

Oggi l’ascensore è un apparecchio sempre più moderno ed essenziale. Sai che in ascensore può nascere il fenomeno dell’ elevator pitch? Il termine indica un comportamento aziendale che identifica un discorso breve ed efficace durante il quale un’idea può essere presentata ai fini di un prossimo investimento!

Ascensore da record

Gli ascensori più rapidi sono quelli di Taipei 101, (terzo grattacielo al mondo), che possono toccare i 60,6 km/h e permettono di raggiungere l’89° piano di un grattacielo in 40 secondi! Come non soffrire di mal di orecchie? Questo tipo di ascensore funziona con il sistema di regolazione della pressione atmosferica, tipica sugli aerei.

L’ “ascensore - fobia

Sapevi che utilizzare l’ascensore genera due tipologie d’ansia?

Uno studio della University of North Carolina dichiara che l’uso dell’ascensore limita lo spazio vitale e genera claustrofobia.
Non è difficile credere come possa nascere disagio all’interno di una scatola stretta, appesa nel vuoto e abbandonata, come la cabina di un ascensore, senza il controllo di nessun operatore che assicuri tutto vada liscio.

Cadute e poi risalite in ascensore

Il primo incidente in ascensore accadde nel 1945 e per cause esterne l’impianto elevatore: un bombardiere B25 si schiantò contro L’Empire State Building di New York, tagliando nettamente il cavo dell’ascensore al 75° piano.

La caduta dell’elevatore ha generato 14 morti: due donne passeggere su tre e 11 lavoratori del grattacielo, ma poteva finire in modo peggiore!

La fortunata dinamica di caduta arrotolò il cavo su se stesso attutendo lo schianto della cabina al suolo e da un’altezza di 300m. Il costo della riparazione superò il milione di dollari che per quell’epoca non era certo una cifra scontata, soprattutto per un ascensore!

Naturalmente ascensore

L’ascensore può essere anche “naturale”: si tratta di nuvole lenticolari dalla forma bizzarra che nascono in cima ai rilievi, quando soffia il vento. I piloti di alianti, oltre alla bellezza, ci vedono praticità: la presenza di queste nubi-ascensore è in grado di sollevare i velivoli leggeri e privi di motore, a diverse migliaia di m di altezza. Nel 2006 questo sistema naturale ha reso possibile a Steve Fosset il record di salita con un aliante, a 15.460 m di altitudine.

Quanto è stato possibile realizzare e cambiare grazie alla nascita, evoluzione e diffusione dell’ascensore!

E se un giorno Overlift ne inventasse uno in grado di arrivare fino alla Luna?

Si tratterebbe di un ascensore per lo spazio: un impianto capace di far salire in orbita una cabina, facendola scorrere su un filo sottile, legato a un satellite geostazionario.
Impossibile? È una bella e intrigante fantasia, ma con un ascensore nessuno ci vieta di continuare a guardare in alto

Chi Siamo

Da oltre vent’anni Overlift Ascensori si occupa della progettazione, vendita, installazione, manutenzione e riparazione di ascensori, montacarichi, piattaforme elevatrici, servo scale e di tutte le tipologie di impianti elevatori a Bergamo, MilanoBrescia e provincia, in ambito civile e industriale, privato e pubblico. 

Dove siamo

Overlift Ascensori S.R.L.

  • Via Don Mazza 8/A, 24020 Gorle (BG)
  • Tel. 035.667545
  • Fax. 035.3056525
  • info@overlift.it

Contattaci

Per urgenze o un contatto diretto
non esitare a chiamarci allo

035.667545